paesaggio
Ph./Edit Anna Rapiarda

Dal giardino alla casa, alla foresta

Il particolare momento storico ci ha fatto venire “più voglia di contatto” con la natura e l’ambiente naturale? Si.

La risposta è stata un forte desiderio di evasione, che ha assunto forme diverse: da chi ha trovato una via di salvezza nella cura del giardino, a chi nel circondarsi di piante all’interno della casa.
Nuove o rinnovate abitudini che, con la possibilità di uscire, hanno poi spinto sempre più persone a trascorrere più tempo nei boschi, in risposta a quel richiamo ancestrale che risale al tempo in cui le foreste ci accoglievano e proteggevano durante l’inizio della nostra evoluzione, ed erano considerate luoghi sacri.

Una tendenza che non coinvolge solo la sfera privata, ma che influenza e determina nuove scelte anche in ambito lavorativonel mondo sono in crescita le aziende che contestualizzano i propri ambienti interni tra elementi naturali o che, viceversa, li portano all’esterno.

Bagni di salute

Una passeggiata nel bosco fa bene, lo sanno tutti e da sempre, non “solo” per una boccata di ossigeno, ma per molto di più, per una ragione studiata e confermata dalla scienza.

Le foreste emettono sostanze, dalle piante e dal terreno: antiossidanti, antinfiammatorie, immunomodulanti e benefiche sul piano psicologico e cognitivo. Entrare in un bosco è come immergersi in un bagno di oli essenziali, una vera e propria aromaterapia naturale con effetti diretti e misurabili.

La concentrazione delle sostanze effuse dalla foresta dipende dalle specie arboree (le conifere, ad esempio, sono più efficaci, mentre faggi e lecci ne producono di più), dalla stagione (meglio il semestre caldo) e dalle ore del giorno (si riscontrano picchi nel primo mattino e primo pomeriggio).

Dove andare? La nostra prima proposta è un luogo davvero unico, in cui si sta avvicinando il momento di un’incredibile fioritura: guardalo nel video “Mal d’Intelvi” con il paesaggista Vittorio Peretto, per scoprire un’importante novità e come puoi generare il tuo impatto positivo sull’ambiente con Elmec Solar.

Consigli di lettura per chi vuole approfondire queste pratiche benefiche, le ricerche scientifiche e gli effetti preventivi e terapeutici: “Terapia Forestale” di Francesco Meneguzzo e Federica Zabini (Cnr Edizioni, 2020) 

Elmec Solar e uno scambio di doni 

I regali che l’uomo riceve dalla natura sono terapeutici: dalle inalazioni di componenti organici che hanno effetto medicale sul corpo e psiche, curando l’ansia e il sistema respiratorio, al contatto fisico con elementi del bosco, ai cromatismi che provocano rilassamento e distensione. 

Ecco perché tutelare l’ambiente, i boschi e le aree verdi, insieme a politiche che promuovano stili di vita più attivi, potrebbero essere la svolta per migliorare la salute e il benessere delle persone.

Ripensare il modo di produrre e consumare energia, riducendo le emissioni di CO2, rientra tra le azioni che restituiscono il favore, che l’uomo può scegliere di compiere per contraccambiare la natura.
Scopri di più in The Origin.