Paesaggi leggendari: Sasso Rancio
Fonte: Google Maps

Sul Lago di Como

Tra i passaggi più panoramici, scenografici e pericolosi dell’antica Strada Regina, un tempo anche l’unico per raggiungere l’alto lago via terra, il Sasso Rancio è un accidentato sperone di roccia ferruginosa, nei pressi di Menaggio.

La leggenda

Un’antica tradizione locale narra che su quel monte sostasse l’arca di Noè.
Racconta l’origine della leggenda Pier Ambrogio Curti nel suo “Il lago di Como e il Pian d’Erba” del 1872:
“Su quel monte, nel masso, si ravvisarono impronte di zampe d’animali della lunghezza perfino di 30 centimetri, come si trovarono crostacei di tempi antidiluviani: ciò bastò perché il volgo, amante sempre del meraviglioso, sognasse che non sull’Ararat, ma su questo culmine, posasse l’arca di quel patriarca”.

Stati attenti, siate prudenti, ma regalatevi questo paesaggio.