Area Visitatore Notizie

Nel Parco. “Spazi Creativi” 2018 in concorso

“Metamorfosi” di Il papavero blu – Spazi Creativi 2017. Ph. Luciano Movio

I finalisti al Concorso Internazionale “Spazi Creativi” 2018 si raccontano e svelano qualche dettaglio sui loro progetti: giardini e installazioni artistiche realizzati nel Parco di Villa Erba dal 5 al 7 ottobre 2018, in occasione della decima edizione di Orticolario.

Concorrono al Premio “La Foglia d’oro del Lago di Como”, al Premio “Visitatori” e ad altri Premi. > Dettagli

Finalità del concorso è l’individuazione di progetti innovativi che presentino spunti, tecniche e materiali, in linea con le premesse, gli obiettivi estetici e gli standard qualitativi della manifestazione. I progetti devono valorizzare e interpretare le preesistenze paesaggistiche con libertà creativa e di scelte materiche e con possibilità di utilizzo dei più diversi linguaggi e riferimenti artistico/culturali.

> I progetti nel parco (.pdf)

1. “spLaYce ship”

Progetto e realizzazione Mirco Colzani . Paina di Giussano (Mb)
mircocolzani.com

Un “tunnel vivente” immerso in un mare di erbacee e graminacee ornamentali, due labirinti e telefoni senza fili caratterizzano lo spazio giochi “spLaYce ship”. E quando la sua funzione ludica finisce? Ci si gode una “scultura vivente” in continua evoluzione, per ricordare il gioco e il suo ruolo fondamentale per ognuno di noi.

> L’intervista

2. Spazio Fratelli Leonelli Manutenzione e cura del Paesaggio “Good Vibrations”

Progetto di Stefania Pluchino . Castelletto Sopra Ticino (No)
fratellileonelli.it

Un giardino nato dall’incontro con lo scultore Marcello Corrà. Nella magia del luogo, fra i cipressi delle paludi, l’energia si sprigiona dalla leggerezza delle graminacee e delle perenni, dalla vibrazione armonica di hand drum e dalle campane appese. I tamburi armonici sprigionano suoni e vibrazioni ad ogni tocco ed è un gioco continuo percorrere lo spazio interagendo con strumenti e natura.

> L’intervista

3. Spazio Vivai Piante Battistini “Meet me halfway”

Progetto di Andrea Camassa . Bologna
FB: Andrea Camassa

Il progetto e le sue installazioni raccontano metaforicamente la spirale della vita, le sue contraddizioni e difficoltà, le sue oscillazioni, i suoi profumi e la sua bellezza. Una vita che vale la pena vivere giocando in compagnia, condividendo.

> L’intervista

4. Spazio Associazione Animum Ludendo Coles
“Chi semina gioco raccoglie un animo fiorente e rigoglioso”

Progetto di Furio Ferri . Lodi
ludendo.it

Nutrire e sviluppare il giardino “salvifico” che è dentro di noi tramite l’esperienza diretta del “giocare” con giochi che, come antichi reperti scolpiti nella pietra, riemergono dalla terra per raccontare un passato, ma anche un futuro. Perchè “il bambino padre dell’uomo” è il risultato dei giochi che ha fatto, ma anche di quelli che non ha fatto…

> L’intervista

5. Spazio Green Passion “La Topitta”

Progetto di Leonardo Magatti . Cernobbio (Co)
green-passion.jimdosite.com

“Da ragazzini amavamo girovagare nei boschi alla ricerca di avventura, sognando di possedere una piccola capanna segreta…”. (Leonardo Magatti)
La “Topitta” è una casetta nel bosco. Sembra uscita da un libro di fiabe, un piccolo rifugio che evoca sogni di libertà. Per sorprendere tutti, per trasportarci in un mondo di racconti meravigliosi.

> L’intervista

6. “Il gioco è il tempo”

Progetto e realizzazione di MetalliFilati . Cremona
metallifilati.com
paolomezzadri.com

“Il gioco è il tempo” è: giocare, forma assoluta e silenziosa di infinita creatività. Riscoprire il gioco “da adulti”, condividendo gesti fanciulli senza paura e senza timore. Abbandonarsi al gioco per ritrovare spirito ed attimi. Costruire senza nessun bisogno, senza schemi e regole. Per ricostruire parti di noi e condividere parti di altri.

> L’intervista

7. Spazio Figli dei Fiori “Castelli di salvia”

Progetto e realizzazione di CIRIBÌ . Como
figlideifiori.com

Gioco e salvia legati da un concetto espresso attraverso sfere trasparenti, che, come bolle di sapone, volano in alto e si adagiano al suolo, trasformandosi in salvia che, con il suo potere salvifico, guarisce e infonde forza.
Metaforicamente l’unione dei due elementi diventa salvezza dell’anima, liberandola e proteggendola insieme.

> L’intervista

8. Spazio Jolly PVC “V.Rubik, l’orto modulare”

Progetto di Marco Bellotti . Traona (So)
marcobellotti.com

“Da bambino passavo il tempo a incastrare mattoncini: aggiungevo e toglievo per comporre e ricomporre le mie costruzioni. Da grande ho scoperto la natura, le piante e i fiori”. (Marco Bellotti)
Dall’incontro tra due mondi nasce il gioco di incastri dell’orto modulare, dove vasi e sedute si montano e si smontano: non più staticità, ma dinamismo che si adatta al mutare degli spazi e delle esigenze.

> L’intervista