Archivio 2019

Orticolario 2019. “Fantasmagoria”

Orticolario 2019. Fantasmagoria. Ph. Lugi Fieni
Ph. Luigi Fieni

Il viaggio

“Le geografie della terra sono inseparabili dalle geografie della mente”
(Vittorio Lingiardi)

Esploratori, naturalisti, botanici e avventurieri hanno solcato mari e attraversato terre sconosciute alla ricerca di piante misteriose.
Viaggi, miti e leggende di uomini e di piante raccontano la storia dell’esplorazione, grazie a cui nuove specie hanno popolato e trasformato giardini e paesaggi.
Scoperte che hanno permesso e che permettono il continuo miglioramento della vita umana attraverso la scienza, di cui la natura è fonte d’ispirazione e guida.
E proprio da qui inizia il viaggio. Intorno al mondo, in giardino, nel tempo, con la mente.

E a proposito di viaggio… > Partecipa al concorso “Viaggia con Orticolario”

Le bacche e i piccoli frutti

In autunno e durante l’inverno, i grandi viaggiatori per natura, gli uccelli, prediligono mete ricche di delizie come i giardini con bacche e piccoli frutti.
Generose, rotonde e carnose, sono perle colorate sui rami nudi o tra le foglie di siepi e cespugli, e il segreto per un fantasmagorico giardino tutto l’anno.
Osate e avventuratevi oltre la tavolozza delle fioriture primaverili. Osate!

A Orticolario 2019 tre vivaisti mettono in mostra le loro perle in straordinarie collezioni nelle grandi aiuole del Parco: bacche, pomi, drupe, piante non “forzate”, ma straordinariamente naturali grazie a Vivai Veimaro, Azienda Agricola Maurizio Feletig e I Giardini e le Fronde.
Con la collaborazione di Istituto Professionale dei Servizi per l’Agricoltura “San Vincenzo”.

“Il giardiniere non deve più rassegnarsi ad attendere le prime maestose fioriture primaverili, annuncio del risveglio di Madre Natura. (…) la tavolozza di piante invernali è talmente generosa che (…) in questa stagione il giardino può tramutarsi in una fantasmagoria di colori brillanti e di fragranze sottili”
(Cedric Pollet, “Giardini d’inverno”)

> Una sorprendente passeggiata tra i gioielli del giardino con Maurizio Feletig

Bibliografia
“I cacciatori di piante” Michael Tyler Whittle (DeriveApprodi, 2015)
“Il giardino dei sensi” Maurizio Zarpellon (Blu Edizioni, 2000)
“Giardini d’inverno” Cedric Pollet (L’ippocampo, 2017)
“Memorie di un bucaniere” William Dampier (Mursia, 2018)
“La favolosa storia delle verdure” Évelyne Bloch-Dano (add editore, 2017)
“Nell’Antropocene. Etica e politica alla fine di un mondo” Gianfranco Pellegrino, Marcello di Paola (DeriveApprodi, 2018)
“L’incredibile viaggio delle piante” Stefano Mancuso (Edizioni Laterza, 2018)
“Origine e viaggi avventurosi delle piante coltivate” Luigi Mariani (Mattioli 1885, 2017)
“Elogio delle erbacce” Richard Mabey (Ponte alle Grazie, 2017)
“Mindscapes. Psiche nel paesaggio” Vittorio Lingiardi (Raffaello Cortina Editore, 2017)

Salva